DOMANI SI INAUGURA A MELFI LA MOSTRA “L’APPIA RITROVATA"

punti apici 09.03.2018 ore 13:46

Il tratto lucano della mostra, di circa 75km, coinvolge il Comune di Banzi, Genzano di Lucania, Matera, Melfi, Palazzo San Gervasio, Rapolla, Venosa. Su tale tratto Mibact e Regione Basilicata hanno investito complessivamente 4 milioni di euro

AGR
AGR Si inaugura domani, sabato 10 marzo alle ore 17.30, nello spazio espositivo del Museo Archeologico nazionale del Melfese “Massimo Pallottino”, nel Castello di Melfi, la mostra fotografica "L'Appia ritrovata. In cammino da Roma a Brindisi" di Paolo Rumiz e compagni. Approdata in Basilicata, dopo l’apertura a Roma e le successive tappe in Puglia e Campania, la mostra è realizzata dalla Società Geografica italiana ed è promossa nell'ambito dell'Accordo nazionale "Appia Regina Viarum" sottoscritto tra Mibact e le regioni Basilicata, Lazio, Puglia e Campania, con l'intento di riscoprire e restituire al Paese l'intero itinerario della prima grande via europea, da Roma a Brindisi, a 2327 anni dall'inizio della sua costruzione. L'accordo rientra nel Piano stralcio “Cultura e Turismo” del Piano di Sviluppo e Coesione 2014 -2020.

Il tratto lucano della mostra, di circa 75km, coinvolge il Comune di Banzi, Genzano di Lucania, Matera, Melfi, Palazzo San Gervasio, Rapolla, Venosa. Su tale tratto Mibact e Regione Basilicata hanno investito complessivamente 4 Meuro.

“L'investimento della Regione, che ammonta a 2 milioni di euro di fondi Fsc, ha riguardato – spiega la dirigente dell'Ufficio Sistemi culturali e turistici Patrizia Minardi - il ripristino del tracciato originario della Via Appia, lì dove possibile, nonché la fruizione dello stesso attraverso le tecnologie Ict, in maniera immersiva. Sono state, inoltre, realizzate azioni di comunicazione e fruizione del tracciato con pannellatura sul territorio, analoga a quella nazionale, ed è stato predisposto il bando aiuti a piccole imprese di accoglienza turistica per i camminatori”.

Patrocinata anche dal Comune di Melfi ed inserita nel calendario delle attività previste per l'Anno europeo del patrimonio culturale, la mostra è un invito alla scoperta, attraverso gli scatti di Riccardo Carnovalini, le fotografie di Antonio Politano (realizzate per il National Geographic Italia) e i filmati "on the road" di Alessandro Scillitani. Oltre alle foto, ai filmati e alle musiche originali di Alfredo La Cosegliaz, l'allestimento comprende mappe antiche e moderne, la tracciatura del percorso in tappe su un grande plastico dell’Italia meridionale, fotografie e documenti provenienti dagli Archivi della Società Geografica Italiana Onlus e infine un cippo in pietra che riporta scolpito il simbolo composto dalle lettere APPIA, adottato come segnavia del cammino dal Mibact nell’ambito del progetto Appia.

Bas 05

Il Presidente della Regione Basilicata